Hai mai sentito parlare delle metodologie agili? In questo post di Ofichairs ti spieghiamo cosa sono, quali sono e come puoi applicarle nella tua vita di tutti i giorni.

Se ti occupi di attività legate al design, al lavoro di ufficio o allo sviluppo di progetti, sicuramente hai già sentito parlare più di una volta di “metodologie agili”, o forme di lavoro agile, che presentano una serie di modalità e step da seguire per rispettare le consegne, mantenere un flusso di lavoro giornaliero stabile e, in definitiva, essere più produttivi.

Quel che è certo è che le metodologie agili hanno raggiunto il massimo del successo con lo sviluppo tecnologico, dato che con l’avvento di internet, dei cellulari e dell’uso delle app è diventato sempre più importante mantenere un ritmo di lavoro alto e costante per riuscire a soddisfare le esigenze dell’utente finale.

Da questo deriva la necessità di generare flussi di lavoro stabili, costanti ed efficienti, che è proprio ciò che si ottiene grazie all’impiego delle metodologie agili. Alcune di queste sono pensate per gli ambienti digitali, mentre altre, come Scrum o Kanban, sono applicabili a diversi ambiti.

Ma procediamo con ordine:

Cosa sono le metodologie agili?

Le metodologie agili sono modalità di lavoro standardizzate, con un protocollo da seguire rigorosamente passo passo con la finalità di dividere un progetto in varie parti più piccole per ottenere un ritmo di consegna più rapido e una maggiore efficienza lavorativa.

In realtà, le metodologie agili sono parte di un sistema concettuale più ampio chiamato “filosofia agile”, che promuove una forma differente di lavoro e di organizzazione. Si tratta in sostanza di un modo di pensare alternativo, che si fonda su determinati punti chiave:

  • l’utente occupa sempre una posizione di primaria importanza: l’aspetto principale di un progetto non è solo la prospettiva “di chi paga”, ma anche l’utilità che il progetto avrà a livello sociale.
  • il valore guida è la priorità, non l’urgenza. Questo punto è fondamentale: bisogna organizzare il lavoro in modo tale da potersi dedicare interamente alle attività più importanti, senza lasciarsi interrompere da urgenze che sottraggono tempo e qualità ai progetti principali.
  • la comunicazione è vitale, sia coi clienti, sia coi dipendenti e i colleghi. Di fatto, come vedremo più avanti, in certe metodologie agili come Scrum i momenti in cui il team si riunisce per parlare e confrontarsi prendono il nome di “cerimonie”.

Questi punti, e molti altri, sono raccolti nel famoso “manifesto agile”, nel quale si sottolineano anche aspetti come la velocità di consegna, la focalizzazione sugli obiettivi, ecc. L’obiettivo finale di questo tipo di metodologie di lavoro è essere più produttivi e adattarsi facilmente ai cambiamenti.

Metodologie agili: cosa sono e quali sono

Tipi di metodologie agili

Entrando nel vivo della questione, ti presentiamo qui di seguito le metodologie agili più famose:

Scrum

Questa è la metodologia più utilizzata attualmente, nonostante si tratti di una delle più complicate.

Si definisce fin dall’inizio un team di lavoro, con un product manager, un coordinatore e una squadra di sviluppo.

A questo punto, l’obiettivo è stilare fin dall’inizio una lista delle mansioni da svolgere. Di questa lista, si selezionano le voci prioritarie e per ciascuna mansione si determina un periodo di svolgimento adeguato (che non dovrà mai superare le due settimane). Questa fase è conosciuta come sprint.Durante lo sprint, non si può interrompere il flusso di lavoro e non si possono prendere in carico nuove mansioni fino all’adempimento di quelle già programmate per il periodo di tempo in questione.

In questa metodologia si dà grandissima importanza alla comunicazione, per cui le riunioni del team prendono il nome di “cerimonie”, una terminologia che mette in risalto il valore dell’incontro e della condivisione nell’ambito di questo metodo. Le cerimonie hanno luogo prima, durante e dopo la conclusione del progetto, in modo tale da garantire un monitoraggio costante sulle attività e da permettere, se necessario, di rivedere le priorità o le mansioni da svolgere in vista dello sprint successivo.

La metodologia Scrum viene maggiormente impiegata in ambienti nei quali si sviluppano grandi progetti integrali, ma può essere adattata a molti altri ambiti che prevedono un lavoro di squadra.

Kanban

La metodologia Kanban, diversamente da Scrum, è una delle più semplici da mettere in pratica, ed è applicabile anche a livello individuale da chi vuole ottenere una maggiore produttività nel proprio ambito lavorativo e personale.

Kanban si basa su una tabella da dividere in tre colonne: attività da realizzare, in corso, e terminate. Questa, ovviamente, non è che la base di questo metodo, a seconda della tua tipologia di lavoro puoi aggiungere altre colonne. Per esempio, se ti dedichi al giornalismo puoi dividerla in:

  • articoli da realizzare;
  • ricerche;
  • bozza;
  • correzione;
  • pubblicazione.
Metodologie agili: cosa sono e quali sono

È una metodologia che si adatta perfettamente a ogni tipo di attività, devi soltanto prendere carta e penna e tracciare le tue tre colonne in base a ciascun contesto di applicazione: a livello personale, in ambito lavorativo, per l’organizzazione della casa, ecc.

Il segreto sta nel non lasciare troppe mansioni nella colonna “in corso” (l’ideale è che non siano più di tre) e che il flusso di attività sia costante. L’obiettivo di questa metodologia è infatti proprio quello di mantenere un ritmo di lavoro attivo, per cui ogni volta che inizi un’attività, poi la concludi. Per questo il suo strumento principale è la tabella: se hai sempre davanti a te il registro delle attività che hai iniziato, sarai più propenso a impegnarti per portarle a termine.

Design Sprint

Questa è la metodologia impiegata da Google, che consiste sostanzialmente in una sessione di 5 giorni di lavoro intensivo in cui ci si occupa di un unico progetto in modo integrale, cercando di risolverne i problemi più immediati. Alla fine di questi 5 giorni, il team deve presentare una proposta o un prodotto che sia già pronto per essere utilizzato.

Hai trovato interessanti queste metodologie agili? Ricorda che in Ofichairs siamo esperti in sedie da ufficio, da gaming e ergonomiche, con l’obiettivo di dare il nostro contributo per creare ambienti di lavoro più produttivi.

Visita subito il nostro sito di Ofichairs, non perderti le nostre offerte!